Cable Tv (Tv via cavo)

  • Testo
  • Links4
  • Voci correlate
Sistema di diffusione dei segnali televisivi che utilizza, in luogo della tradizionale trasmissione via etere, una rete di cavi coassiali (Cavo) o di fibre ottiche.
La c.t. si è diffusa inizialmente negli Stati Uniti e in Canada a partire dagli anni Settanta per incontrare un progressivo sviluppo in tutto il mondo. È possibile individuare tre diverse fasi: il ‘cavo passivo’, cioè la ridistribuzione di programmi trasmessi dalle varie emittenti per ovviare agli inconvenienti di propagazione dei segnali attraverso l’etere dovuti a ostacoli naturali o artificiali (in particolare i rilievi montuosi o gli edifici elevati nelle zone cittadine); il ‘cavo attivo’, trasmissione diretta di emittenti locali (come nella prima fioritura di Tv private in Italia nel 1972-1974) o di gruppi a diffusione limitata; il ‘cavo interattivo’, cioè lo sfruttamento della bi-direzionalità resa possibile dal sistema cablato, vale a dire la possibilità per i riceventi non solo di ‘ricevere’ dati ma di inviarli all’emittente centrale, il che consente la partecipazione a quiz televisivi, ecc.
Ma l’utilizzazione attuale più diffusa è quella delle ‘televisioni a pagamento’ o pay-Tv, limitate ai soli abbonati collegati al servizio tramite il cavo. Sono nati circuiti televisivi in abbonamento a contenuto specifico. Tipico il caso della CNN, che utilizza l’accoppiata cavo-satellite per trasmettere esclusivamente attualità; ma esistono pay-Tv riservate a programmi di divulgazione, d’aggiornamento medico, pornografici, ecc.
La c.t. consente inoltre il collegamento fra banche-dati, emittenti centrali e personal computer in modo da dar vita a una vera e propria rete informatica: tale sistema è stato sperimentato nella cittadina di Higashi Hikoma in Giappone, dove l’intera vita comunitaria (scuola, incontri sociali o culturali, visite mediche, acquisti, ecc.) è stata integrata in una rete cablata.
La possibilità di creare una rete informatica interattiva che egemonizzi la vita comunitaria pone una serie di problemi a vari livelli: da quello del controllo politico del sistema cablato a quello della pericolosa creazione di ‘società artificiali’ gestite da un’unica emittente.

L. C.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
Castellani Leandro , Cable Tv (Tv via cavo), in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (23/09/2020).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
174