Serialità

  • Testo
  • Bibliografia4
  • Video1
  • Voci correlate
Divisione in varie puntate, a scadenza fissa, di programmi di fiction Tv o, in senso più ampio, strategia televisiva che punta sulla costruzione di programmi seriali (o serial), soprattutto a grande numero di puntate, studiando e predisponendo sistemi, piani e tecniche di produzione, nonché sceneggiature in progress, in grado cioè di prevedere, nel corso della programmazione, svolgimenti, arricchimenti, valorizzazione o soppressione di personaggi, in funzione alle variazioni dell’audience e del gradimento. Si parla di serialità per soap opera; telenovela; sitcom, ecc.
Perseguita soprattutto negli USA a partire dai primi anni della diffusione della Tv (Lucy e io), la strategia della s. è oggetto di crescente studio e applicazione anche in Europa. Un Osservatorio sulla Fiction – finanziato congiuntamente da Rai e Mediaset – segue da un decennio, con particolare attenzione alle produzioni seriali, l’evolversi della produzione italiana e dal 1998 quella europea pubblicando relazioni annuali.

Bibliografia

  • BUONANNO Milly, Indigeni si diventa. Locale e globale nella serialità televisiva, Sansoni, Firenze 1999.
  • D’ALESSANDRO Angelo, La serialità nel cinema e nella televisione, Lucarini, Roma 1984.
  • FANZAGA Livio, Radio Maria un miracolo di volontariato. Origini, storia e attualità dell'emittente cattolica più ascoltata nel mondo, SugarCo, Milano 2012.
  • INNOCENTI Veronica – PESCATORE Guglielmo, Le nuove forme della serialità televisiva. Storia, linguaggio e temi, Archetipo Libri, Bologna 2008.

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
Castellani Leandro , Serialità, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (23/09/2020).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
1132