Browser

  • Testo
  • Links4
  • Voci correlate
Logo di Firefox, il web browser di Mozilla
Programma client web che consente di visualizzare e utilizzare le innumerevoli risorse di informazioni, comunicazioni e software disponibili in Internet.
I b. nascono inizialmente come strumenti per la navigazione nel World Wide Web (WWW). Il verbo to browse, in inglese ‘sfogliare’, si riferisce infatti alla navigazione attraverso le ‘pagine’ del WWW.
Sebbene esistano programmi client con interfaccia a caratteri specializzati nella navigazione nel WWW (il più noto è ‘linkx’) il loro uso rimane estremamente limitato, quindi è ormai di uso comune il significato di b. come visualizzatore di pagine web in cui è possibile utilizzare informazione testuali, grafiche, audio e video.
Dopo il successo ottenuto dal b. Mosaic (1993), il primo ‘navigatore’ grafico del WWW, verranno proposti numerosi altri b. grafici di cui i più noti e diffusi sono a tutt’oggi Netscape e Internet Explorer. Esistono però parecchie centinaia di tipi diversi non altrettanto conosciuti, ed è nota agli esperti la possibilità di realizzare dei b. personalizzati.
Negli anni del boom della rete i b. allargano progressivamente la loro sfera d’azione ai molti altri servizi forniti dalla rete Internet, come il trasferimento di file (ftp, File Transfer Protocol), l’invio di posta elettronica, il collegamento a un terminale remoto ( Telnet).

G. N.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
Browser, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (07/03/2021).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
167