Streaming

  • Testo
  • Voci correlate
Autore: Franco Lever
Dal verbo inglese to stream, scorrere, fluire. Il termine indica un nuovo e più efficace modo di utilizzare i file audio e video disponibili in Internet. Fino a qualche tempo fa, una volta individuato il file, lo si doveva scaricare nel proprio computer e solo dopo averlo decompresso lo si poteva ascoltare e/o vedere. Invece oggi molti computer e gli attuali programmi di utilizzazione della rete (programmi browser, come Netscape o Explorer) sono in grado di decomprimere in tempo reale i file video e audio, a mano a mano che vengono scaricati dalla rete. In altre parole – se il flusso dei dati nella propria connessione di rete e la potenza di elaborazione del computer sono sufficienti – l’audio e il video sono immediatamente fruibili. Questa funzione, che prende il nome di s., trasforma Internet in un canale disponibile per ogni messaggio multimediale, comprese le trasmissioni radio e quelle televisive (per queste ultime resta il limite dell’ancora ridotto flusso di dati consentito dalle linee in uso).

F. L.

Bibliografia

Non c'è bibliografia per questa voce

Documenti

Non ci sono documenti per questa voce
Come citare questa voce
Lever Franco , Streaming, in Franco LEVER - Pier Cesare RIVOLTELLA - Adriano ZANACCHI (edd.), La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche, www.lacomunicazione.it (26/10/2021).
CC-BY-NC-SA Il testo è disponibile secondo la licenza CC-BY-NC-SA
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo
1202